Tai Chi Quan

Martedì, Giovedì ore 20.30

CHEN TAIJIQUAN
PRINCIPIO DEL BOZZOLO DI SETA – ZHANGSIJIN
E’ importante sapere che ogni movimento nel taichi chuan o taijiquan si sviluppa per mezzo di questo tipo di principio.
E’ energia di tipo a spirale.
Per praticare il chen taijiquan bisogna comprendere pienamente questo principio.
Condizioni fondamentali per praticare:
Rilassamento
Respirazione profonda
Consapevolezza (mente concentrata sui movimenti)
Giusti requisiti posturali
In sintesi corpo/respiro/mente sempre presenti in ogni momento.
L’energia Zhangsijin si esprime attraverso la rotazione costante e regolare del corpo in ogni sua parte e in coordinazione con la vita o dan tian inferiore.
Benefici sul corpo:
Toglie le rigidità, le tensioni. Rende elasticità e flessibilità. Scioglie tutte le articolazioni. Rafforza muscoli e tendini.
Benefici energetici:
Favorisce la circolazione del Chi o Qi, agendo su blocchi, ristagni o eccessi di Qi in determinate zone del corpo.
L’energia (Chi o Qi) è distribuita in tutto il corpo per mezzo della rotazione e del movimento della vita, o anche, o dan tian inferiore.
La mente conduce l’energia che fa muovere il corpo.
Aspetto tecnico:
Il movimento Zhangsijin si esprime in due fasi:
Una è la neutralizzazione di una tecnica o di una forza entrante, questa coincide con la concentrazione del Chi o Qi nel dan tian inferiore, associata all’inspirazione.
L’altra consiste nel contrattaccare usando però l’energia dell’avversario sbilanciato e condizionato dalla prima fase. Questa seconda fase coincide con l’energia emessa verso l’esterno fino a raggiungere le estremità del nostro corpo, è associata all’espirazione.

Lascia un commento